Click per tornare alla home page
Seguici su facebook
I nostri video su YouTube.com
Seguici su google Plus
Ricerca Agriturismo
Luogo
Ricerca libera
/agriclub/StrutturaSito/ico_disabili.png
/agriclub/StrutturaSito/ico_animali.png
/agriclub/StrutturaSito/ico_ristorante.png
Ricerca avanzata >
Seleziona gli agriturismi della Toscana
Seleziona gli agriturismi dell'Abruzzo
Seleziona gli agriturismi della Sicilia
Seleziona gli agriturismi del Lazio
Seleziona gli agriturismi della Sardegna
Seleziona gli agriturismi del Piemonte
Seleziona gli agriturismi della Lombardia
Seleziona gli agriturismi della Valle d'Aosta
Seleziona gli agriturismi del Trentino Alto Adige
Seleziona gli agriturismi del Friuli Venezia Giulia
Seleziona gli agriturismi del Veneto
Seleziona gli agriturismi dell'Emilia Romagna
Seleziona gli agriturismi della Liguria
Seleziona gli agriturismi delle Marche
Seleziona gli agriturismi dell'Umbria
Seleziona gli agriturismi del Molise
Seleziona gli agriturismi della Puglia
Seleziona gli agriturismi della Basilicata
Seleziona gli agriturismi della Campania
Seleziona gli agriturismi della Calabria
Non troppo noti, forse, ma squisiti / Molise / Montenero Di Bisaccia (CB)
I prodotti agroalimentari tipici del Molise
I prodotti agroalimentari tipici non sfuggono al destino che ancora contraddistingue il Molise: la scarsa fama e la insufficiente conoscenza al di fuori dei confini locali. La stessa produzione è, per lo più, artigianale e per autoconsumo e pertanto le aziende agrituristiche sono il luogo ideale per poterla gustare ed acquistare. Si può cominciare dai salumi, di tradizione e ricette spesso simili al contiguo Abruzzo, e forse dal più noto, la "ventricina di Montenero di Bisaccia", ricavata dalla parte più pregiata, tagliata in grossi pezzi, del maiale allevato rigorosamente con prodotti del bosco, ghiande, castagne e tuberi. salume, alla cui composizione ha contribuito anche una minima quantità di lardo, aromatizzato, pressato e stagionato per un anno, può essere conservato nello strutto. Se si è fortunati, si può poi for se assaggiare una preparazione antichissima, che risale alla coltura del farro, fin dall'epoca romana cereale principe della mensa: lo «sfarricciato", un sanguinaccio di maiale mescolato a noci, uva passa, cacao, pinoli, farro cotto e grasso di maiale, insaccato nel budello e lessato per almeno un'ora. Tra i formaggi di tradizione locale, che stanno acquisendo finalmente una fama anche più estesa, trionfano soprattutto le mozzarelle e le scamorze. Mentre le prime provengono dal latte di bufala e sono formaggi freschi di pasta filata, le seconde, di latte vaccino, stanno trovando larga commercializzazione in tutta l'area centrale e sono parenti prossime del caciocavallo, formaggio assai diffuso nel Meridione italiano. Una volte formate nel classico aspetto di piccole pere, salate e messe ad asciugare appese a coppia, vengono fatte appassire o affumicare per appena 48-72 ore assumendo la caratteristica pellicola esterna gialla paglierino. Di sapore dolce e dal contenuto non eccessivamente grasso, raggiungono vette di grande bontà nell'area di Venafro e di Boiano. Grazie alla loro pasta filante, sono ottime arrostite sulla griglia o alla brace, magari accompagnate da un buon Trebbiano di Abruzzo.
Eventi Consigliati
Itinerari Consigliati
Iscriviti ad Agriclub